Festa del Redentore a Nuoro - Ultima domenica di Agosto

Se visiti la Sardegna per una vacanza estiva, e sei nella zona del nuorese o dell’Ogliastra verso fine agosto, la domenica che precede il 29 agosto, a Nuoro potresti visitare la Festa tradizionale del Redentore. La sagra si svolge con una manifestazione religiosa e con una grande manifestazioine folkorisitca.
La festa religiosa nacque con il Giubileo del 1900. La statua in bronzo del Redentore fu eretta sul Monte Ortobene il 29 agosto del 1901 e poi ogni anno venerata con una cerimonia solenne il 29 di agosto. 
L’anno passato e’ stata fatta una fiaccolata serale ed una messa solenne di ringraziamento. 


La manifestazione folklorisitca consiste in una sfilata di gruppi folkloristici delle diverse localita’ della Sardegna, con costumi locali, maschere della tradizione, canti, balli e sfilate di animali, principalmente cavalli, anch’essi aggindati a festa con ricchi lustrini.

 

Ho avuto l’occasione di partecipare alcuni anni fa ed ho ancora vivo il ricordo per la vivacita’ e l’originalita’ dei gruppi che sfilavano. La sfilata, e’ un evento di eccezione per ammirare i tanti costumi della tradizione delle diverse localita’ sarde con le loro particolarita’, i loro colori e con la loro semplicita’ mista a ricchezza di tessuti, ricami e gioielli. Cosi’ come nei carri dei piu’ tradizionali carnevali, ogni gruppo accompagna la sfilata con balli, musiche e canti tipici.

 

Da un ventennio, il ballo sardo e’ rinato per merito di gruppi folkloristici che girano l’isola e fanno spettacoli per i turisti. Gli spettacoli sono sempre sccompagnati dalle musiche folklorisitche suonate con le launeddas, uno strumento musicale a fiato, di origine molto antica, costituito da 3 canne e con la fisarmonica.


Inoltre, vengono fatti canti di gruppo come “cantu a tenore” (canti corali sardi) con suoni che richiamano quelli degli animali. Il “cantu a tenore” e’ ritenuto “patrimonio intangibile dell’umanita’” e protetto dall’UNESCO.

Posted by Paola

1 commento:

  1. Sarebbe interessante conoscere meglio le mie origini nuoresi!

    RispondiElimina